Visita Medico Sportiva: la salute per lo sport

Pubblicato il 21/10/2016

La Visita Medico Sportiva è indispensabile per ottenere l'idoneità sportiva, sia agonistica che non agonistica, e può essere eseguita esclusivamente da un medico specialista in Medicina dello Sport.

Tale visita prevede il rilascio di un certificato valido, per la maggior parte delle discipline, 12 mesi; soltanto in pochi casi come ad esempio per il golf o il tiro con l'arco ha una validità di 24 mesi. La visita medico sportiva può prevedere esami più o meno approfonditi a seconda del tipo di sport per cui viene effettuata.

Gli sport, infatti, possono essere suddivisi in due categorie sulla base dello sforzo fisico necessario al loro svolgimento.

In particolare possiamo distinguere:

  • Sport della Tabella A che richiedono un impegno muscolare e cardio-respiratorio lieve o moderato;
  • Sport della Tabella B che richiedono un impegno muscolare e cardio-respiratorio elevato.

A seconda della tabella di appartenenza vengono effettuati diversi tipi di accertamenti, infatti, gli Sport della Tabella A che richiedono uno sforzo minore sono soggetti a:

  • Visita Medica;
  • Esame completo delle urine (in previsione di gare per sincerarsi che l'atleta non faccia uso di sostanze dopanti);
  • Elettrocardiogramma a riposo.

Gli Sport della Tabella B, invece, richiedendo sforzi fisici più intensi necessitano di esami aggiuntivi quali:

  • Visita Medica;
  • Esame completo delle urine (in previsione di gare per sincerarsi che l'atleta non faccia uso di sostanze dopanti);
  • Elettrocardiogramma a riposo;
  • Elettrocardiogramma da sforzo che viene effettuato per ottenere maggiori informazioni sullo stato di salute del cuore, in quanto aumentandone il lavoro potrebbe evidenziare eventuali patologie non riscontrabili invece in una condizione di riposo;
  • Spirometria che viene effettuata per valutare la capacità respiratoria facendo inspirare ed espirare, lentamente e profondamente, il paziente dentro ad un boccaglio monouso.